Ricostruzione delle Reti dei Sottoservizi nel Centro Storico della Città dell’Aquila

< Back to case studies

Client Gran Sasso Acque S.P.A.

Location Citta dell'Aquila-Abruzzo

Status completo

Ricostruzione delle Reti dei Sottoservizi nel Centro Storico della Città dell’Aquila

Progetto Definitivo, Progetto Esecutivo e Coordinamento Sicurezza in fase di Progettazione 

L’intervento in progetto trae origine dalla volontà dell’Assessorato alla Ricostruzione del Comune dell’Aquila il quale esprimeva la necessità di razionalizzare gli impianti tecnologici nel sottosuolo, di eliminare cavi dalle facciate dei palazzi nel centro storico cittadino, coinvolgendo la Gran Sasso Acqua S.p.A., oltre al compito di realizzare gli interventi di propria competenza, nell’azione di coordinamento tra i vari Gestori dei servizi e di verificare la fattibilità di realizzazione di “tunnel intelligente” nell’area centrale della città.

L’obiettivo è stato quello di promuovere la ricostruzione della città dell’Aquila secondo i dettami del concetto di

“Smart City” intendendo la “città intelligente” come l’utilizzazione di infrastrutture di rete per migliorare l’efficienza

economica e lo sviluppo urbano in cui il termine “infrastruttura indica i servizi alle imprese e alla residenza, per il tempo

libero, la qualità di vita e le ICT (telefoni fissi e mobili, TV satellitare, reti informatiche, e-commerce, servizi internet)”.

L’obiettivo principe è dunque quello di razionalizzare la distribuzione mediante l’utilizzo di infrastrutture S.S.P. definite

come manufatti sotterranei, conformi alla Norme Tecniche UNI-CEI 70029 destinate ad accogliere tutti i servizi di rete

compatibili in condizioni di sicurezza.

I vantaggi possono riassumersi in:

  • Vantaggi di ordine economico, soprattutto per le attività di manutenzione delle reti e per i nuovi allacci;
  • Vantaggi di ordine ambientale e paesaggistico legati alla riduzione di rumori e polveri causati dagli scavi per le manutenzioni;
  • Vantaggi sul decoro urbano eliminando dalle facciate degli edifici le vecchie linee presenti;
  • Vantaggi in termini di efficienza, potendo raggiungere capillarmente tutti i punti della città ed eliminando al contempo possibili barriere per le nuove tecnologie digitali.

Risulta dunque preliminarmente significativo rilevare, nella realizzazione degli impianti nel sottosuolo, tre tipologie di

organizzazione dei sottoservizi:

  • in trincea previa posa direttamente interrata o in tubazioni sotto i marciapiedi o altre pertinenze stradali;
  • in Polifore, manufatti predisposti nel sottosuolo per l’infilaggio di cavi;
  • in strutture polifunzionali, gallerie pluriservizi percorribili (S.S.P.).

Progetto Premiato  con il premio della Rivista Urban Promo nella Categoria Tecnologica Gestione Urbana